venerdì 9 gennaio 2015

Recensione "The Duff", di Kody Keplinger

Hello, friends. Oggi finalmente, dopo una luunga pausa, torno con una recensione. Yeeh. Un libro che, come vi avevo accennato nel Wrap Up di dicembre, ho adorato tanto. È in inglese, ma sarà presto pubblicato in italiano, il mese prossimo uscirà anche il film che ne è stato tratto.. avete bisogno di altro per convincervi a leggerlo? :3 


Titolo: The D.U.F.F. - Designated Ugly Fat Friend
Autore: Kody Keplinger
Data di uscita: 7 giugno 2011
Editore: Poppy
Prezzo: € 7,39 (copertina flessibile); € 4,99 (ebook)
Pagine: 280
Trama: La diciassettenne Bianca Piper è cinica e leale, e non crede affatto di essere la più carina tra le sue amiche. È anche troppo intelligente per cadere vittima del fascino del playboy, nonché viscido ragazzo più sexy della scuola, Wesley Rush. Infatti, Bianca lo detesta. E quando lui la soprannomina “the Duff”, lei gli versa la sua Coca Cola in faccia. Ma le cose non vanno alla grande a casa in questo periodo, e Bianca è alla disperata ricerca di una distrazione. Così finisce per baciare Wesley. Peggio ancora, le piace. Alla smaniosa ricerca di una via di fuga, Bianca si lancia con lui in una relazione segreta da “nemici con benefici”. Finché tutto va storto. Viene fuori che Wesley non è un così cattivo ascoltatore, e che anche la sua vita è abbastanza incasinata. All'improvviso Bianca si rende conto con assoluto orrore che si sta innamorando del ragazzo che credeva di odiare più di chiunque altro.



«Non importa dove vai o cosa fai per distrarti, alla fine la realtà ti raggiunge comunque.»

Wesley Rush è uno dei ragazzi più belli e popolari della scuola, ma soprattutto è un donnaiolo incallito, che seduce e poi abbandona tutte le ragazze con cui passa la notte. È uno da “una botta e via”, un vero sciupafemmine. E Bianca lo detesta. Perché è uno stronzo arrogante e vanitoso.
Poi una sera Wesley le dice che lei è una D.u.f.f., ovvero una Designated Ugly Fat Friend (Amica Brutta e Grassa Designata), cioè quell'elemento che all'interno del suo gruppo di amiche sfigura per aspetto fisico.
A Bianca non dovrebbe importare ciò che Wesley ha da dire, e invece si scopre ossessionata da questo suo nuovo soprannome. Lei è una Duff, questa è la verità.

Chi non si è mai sentito un/a Duff?
Questa è la domanda che questo libro ci pone, perché al di là dell'aspetto romantico e da commedia degli equivoci che caratterizza l'intera vicenda, i temi che affronta sono anche più profondi.
Si parla di famiglia e di divorzio, e di quanto i figli possano sentirsi responsabili per l'infelicità dei genitori; si accenna al problema dell'alcolismo, quando sono i genitori a bere e i figli a portarne il peso e a chiedersi come affrontare la cosa; ma soprattutto si parla di auto-accettazione e autostima. Perché Bianca, da quando viene chiamata Duff, si sente una Duff in ogni momento, si sente LA Duff, come se fosse l'unica o una delle poche ad esserlo. Ma non siamo un po' tutti dei Duff? Non ci sono momenti in cui tutti ci sentiamo brutti e inadeguati, o in cui ci guardiamo attorno e vediamo i nostri amici e conoscenti e pensiamo che siano meravigliosi, che abbiano dei corpi perfetti, dei capelli perfetti, delle vite perfette, e che noi in confronto a loro scompariamo? Che siamo pallidi, piatti e insipidi, in confronto a loro? 
 Io ogni tanto lo penso, così come lo pensa Bianca. Sono una Duff tanto quanto lei, e non perché io abbia un gruppo di amiche strafighe con cui non posso nemmeno reggere il confronto, ma perché sentirsi non all'altezza, incompleti, o anche brutti è normale per tutti.

The Duff riflette su questo, all'inizio tra le righe e verso la fine più esplicitamente, e anche se di solito non succede, mi ha fatto venire in mente una bellissima canzone, Who You Are, di Jessie J. In particolare penso che questi versi esprimano benissimo il messaggio del libro: It's okay not to be okay. Sometimes it's hard to follow your heart. Tears don't mean you're losing, everybody's bruising. Just be true to who you are. (Va bene non stare bene. A volte è difficile seguire il tuo cuore. Piangere non vuol dire che stai perdendo, tutti hanno dei lividi. Resta fedele a quello che sei).

«Mi va benissimo essere usato. Ma mi piacerebbe sapere per cosa vengo usato. Distrazione. Questo l'ho capito. Ma da cosa devo distrarti? C'è la possibilità che se lo sapessi, svolgerei il mio lavoro con maggiore efficacia.»

E se questa è la parte più seria del libro, non pensiate che queste 300 pagine non vi faranno anche ridere, divertire e innamorare! Perché Bianca e Wesley sono due personaggi estremamente divertenti, che vi mostreranno vari lati dei loro caratteri diversi ma affini, rivelandosi decisamente meno scontati di quanto potrebbero apparire all'inizio. La loro relazione, per quanto assolutamente inusuale e diversa per uno Young Adult, risulta credibile. E non è poco, credetemi. Vedere il modo in cui si sviluppa e cresce mi ha catturata, e senza neanche rendermene conto, mi sono ritrovata perdutamente innamorata della loro storia, della loro chimica, dei loro battibecchi e dei loro “incontri”. E “incontri” lo metto tra virgolette, perché la loro storia d'amore (niente spoiler, vi basta leggere la trama.. alla fine si innamorano) nasce essenzialmente come una storia di sesso, una sorta di scopamicizia, senza la parte dell'amicizia, almeno all'inizio. Perché per Wesley il sesso è solo un piacere momentaneo e quotidiano, una cosa a cui è abituato, per Bianca invece è una via di fuga. E questo è il loro patto, nessuno dei due nutre sentimenti per l'altro (a parte Bianca, che per Wesley prova essenzialmente disgusto), quindi è la situazione perfetta: usarsi a vicenda.. why not? 
  
Prima di leggere questo libro, ho letto molte recensioni negative (soprattutto su Goodreads) che sostenevano che l'idea alla base della trama sia un cattivo esempio, perché “il-sesso-senza-amore-solo-come-piacere-bla-bla-bla”. La mia opinione? È realistico. Potete dire quello che volete, ma è realistico che a 17/18 anni i ragazzi vogliano fare sesso solo per il gusto di farlo, ed è davvero assurdo secondo me che con tutto quello che la televisione e internet ci scaricano addosso oggi, tutto così esplicito, questo argomento sia ancora tabù.

The Duff è un romanzo Young Adult, che contempla il sesso tra i temi trattati. Non è e non dovrebbe essere né scandaloso, né strano, perché è normale. E questo non classifica questo libro come New Adult! La differenza con i New Adult resta, perché comunque qui non ci sono contenuti espliciti e descrizioni dettagliate dell'atto in sé, quindi è un libro che può essere letto tranquillamente anche dai più giovani, a cui il genere sarebbe teoricamente indirizzato.

Insomma, The Duff mi è piaciuto. E tanto. È uno Young Adult – su questo non ci sono dubbi – ma non è identico a tutti quelli che ci sono in giro, perché quel tocco di pepe (e realismo) in più riesce a combinarlo alla perfezione con altri elementi, tra cui una narrazione veloce e divertente ma anche introspettiva, che tiene attaccati alle pagine, dei personaggi realistici, che sanno far ridere ma anche appassionare, e una storia d'amore, che alla fine sorprende per il suo romanticismo, senza essere né sdolcinata, né prevalente all'interno della vicenda.

Amanti dei Contemporaries o no, questo libro non potete perdervelo!


Il Mio Voto: 5 stelline! 
 
Un romanzo divertente, ma non superficiale o scontato, una storia d'amore dolce, che nasce in maniera insolita, e un messaggio generale di cui tutti possiamo fare tesoro.
 

***

Quindi, sì, leggetelo. Sarà pubblicato in Italia dalla Newton Compton in primavera (ve ne ho parlato qui), ma visto che il film che ne è stato tratto uscirà prima di allora, nello specifico il 20 febbraio di quest'anno negli USA, se volete un consiglio, leggetelo in inglese. Fate prima. E vi assicuro che il livello di inglese usato è davvero davvero semplice, e finirete il libro in un baleno.

p.s.: dal trailer, il film sembra molto diverso dal libro, perché sembra che si basi su un concetto totalmente diverso, il che mi rende un po' triste, visto quanto ho adorato il libro. Ma sono comunque molto curiosa di vederlo. Vi lascio il trailer! E anche la canzone di cui vi ho parlato, Who You Are, con il testo :)

 




Avete letto il libro? E del trailer del film cosa ne pensate? Ditemi!

38 commenti:

  1. Ho visto il trailer e mi ispira tanto come film! Il libro non so se lo leggerò! Per il momento credo di no, ma magari più avanti cambio idea!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sembra che libro e film siano molto diversi, quindi non so ancora se il film mi piacerà, ma il libro in ogni caso te lo consiglio :D

      Elimina
  2. Ahahahh! Non avevo visto che avevi dedicato un intero post a questo libro **
    Mi è piaciuta veramente la tua recensione, soprattutto la parte in cui parli di come è visto il sesso al giorno d'oggi.
    La cosa che mi ha convinta di più nella tua recensione è stato l'estratto in blu. Ho deciso, io amerò questo libro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E la canzone di Jessie J? Parliamone. La conoscevo già ma me ne innamoro ogni volta che la ascolto *^*

      Elimina
    2. Ultima cosa, giuro! XD
      Il trailer a me non piace per niente... Intanto, l'attore che interpreta Rush non mi convince, così come non mi convince la ragazza che interpreta Bianca. Per non parlare di Bella Thorne. Che Dio ci aiuti!

      Elimina
    3. Grazie <3 Spero che piaccia anche a te questo libro!
      La canzone è meravigliosa, una delle mie preferite *-*
      E il trailer in effetti non convince neanche me.. gli attori non saprei, a me lui piace in generale, ma decisamente non mi ero immaginata così il personaggio di Wesley. E anche Bianca me l'ero immaginata diversa. Non so.. spero che almeno siano bravi a recitare! Bella Thorne la conosco solo di fama e per il fatto che ha 17 anni (cioè 3 meno di me!) sembra una 25enne minimo O__O

      Elimina
  3. Ciao Giada!! :)
    The Duff mi aveva già attirata quando ne avevi parlato sul post delle pubblicazioni inglese/italiano...e con questa recensione hai solo confermato quanto io voglia leggerlo!! :D Mi attirano tutti i temi che hai descritto del libro, mi attira la storia, i personaggi...tutto!! E resto fedele a quello che avevo scritto nell'altro tuo post: lo leggerò in inglese! :)
    Ah sì, neanche a me piace molto il trailer del film, sembra davvero che sia impostato in modo diverso dal libro...comunque, si guarderà anche quello dai :)
    Un beso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!! Sono felice di averti convinta, penso proprio che ti piacerà! ^__^
      E fai bene a leggerlo in inglese, anche perché è davvero una lettura molto veloce e semplice! Il film spero sia meglio di quello che sembra dal trailer, ma lo vedrò di sicuro! Un bacio a te :)

      Elimina
  4. Bella recensione, Giada! :3
    Se prima ero titubante, ora sono convinta al 100% che devo recuperare al più presto questo libro. In effetti, ne ho sentito parlare più volte, però non gli ho dato mai molto credito. Poi, vedendo il trailer del film, che mi sembra la solita americanata adolescenziale, ho deciso di non prenderlo in considerazione.
    Spero di sbagliarmi riguardo al film perché il libro mi sembra interessante e soprattutto diverso dai soliti YA ^-^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Vale! *_* Sì, dagli una possibilità, nonostante quello che può sembrare non è così scontato o banale! Il film, hai ragione, sembra la classica commedia americana ambientata nei licei con le cheerleader stronze e i giocatori di football carini.. speriamo sia meglio di quello che sembra :)

      Elimina
  5. Questo romanzo mi incuriosiva già da prima ma adesso di più perché, come dici tu, ci sentiamo tutti un po' D.u.f.f., io in primis. Recensione molto dettagliata, si legge che questo romanzo ti sta a cuore :) Grazie anche per aver segnalato la canzone, non la conoscevo e mi piace.
    A presto ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cecilia! Sì, in effetti mi è proprio piaciuto, e non ho sentito molte persone che lo hanno letto, quindi penso sia giusto fargli un po' di pubblicità :')
      Bellissima la canzone, sono contenta di avertela fatta scoprire ^__^

      Elimina
  6. Ciao Giada! Davvero una bellissima recensione! soprattutto per la riflessione che ne è scaturita ... ^__^ tutti prima o poi ci sentiamo un po' D.u.f.f. e sicuramente non è facile vincere le proprie insicurezze...
    Comunqueee -----> Voglioooo, anzi devooo leggere DUFF!! *__*
    Me lo devo procurare al più presto !! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Graziee! *__* Ho adorato questo libro proprio perché tra le varie risate che fa fare, aiuta anche a riflettere. Sìsì, devi proprio leggerlo!! Spero che ti piaccia :D

      Elimina
  7. Aaaw, adesso lo voglio leggere *_* pensavo di aspettare l'uscita italiana, ma a quanto pare faccio prima a leggerlo in lingua :D
    Bellissima recensione comunque! Il film uscirà anche in italiano??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giusy!! :D Sì, secondo me potresti tranquillamente leggerlo in lingua, è davvero una lettura rapida! Per il film non so.. penso che per ora purtroppo non ci sia una data ufficiale per l'Italia :/

      Elimina
  8. Sento parlare tanto bene di questo libro, maaaa..non so, non sono convinta xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari dipende anche dal genere che preferisci.. se ti piacciono gli YA, secondo me puoi provare a dargli una possibilità! ^__^

      Elimina
  9. Bellissima recensioni!! Inizialmente il libro non mi convinceva molto, ma dopo aver letto il tuo posto sto iniziando a farci un pensierino :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Chiara! Se lo leggi, poi fammi sapere cosa ne pensi :)

      Elimina
    2. Di nulla :) comunque *commento che non c'entra nulla con il post* oggi ho finalmente iniziato il mio primo libro in lingua grazie al tuo incoraggiamento e alla fine ho scelto These broken stars perché volevo leggerlo da troppo! Con mia sorpresa mi sono trovata molto bene perciò volevo ringraziarti perché da sola non mi sarei mai decisa :D

      Elimina
    3. Oh, che bello, brava!! Figurati, io ti ho solo parlato della mia esperienza personale, anche io credevo che non ce l'avrei mai fatta, e invece è andata molto meglio di quanto mi aspettassi. :)
      Comunque ottima scelta, These Broken Stars è un libro che anche io voglio leggere da secoli!! *__*

      Elimina
    4. Per ora fin dove sono arrivata te lo stra consiglio!!! :D

      Elimina
  10. Recensione accuratissima!
    Ho letto il libro qualche tempo fa e devo dire che mi è piaciuto molto, soprattutto perché non è una semplice storia tra adolescenti ma un cammino un po' più complesso in cui si intrecciano anche le problematiche sull'accettazione di sé stessi, dell'amore, della famiglia e dell'amicizia.
    Sono rimasta invece delusissima leggendo la trama e vedendo il trailer del film...premesso che Robbie Amell non ce lo vedo per niente nei panni di Wesley, poi hanno praticamente sconvolto la trama per farlo diventare l'ennesima commedia spicciola alla Mean Girls. Sarebbe ora che i produttori americani capissero che ne abbiamo abbastanza di questa roba -_-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Annie :3 Hai ragione, è stata una vera sorpresa come l'autrice sia riuscita a trattare bene così tante tematiche importanti e anche non proprio semplici nel giro di pochissime pagine!
      Per il film, sono d'accordo con te. Robbie Amell mi piace, ma nemmeno io ce lo vedo molto come Wesley :/ E anche io quando ho visto il trailer ho pensato "oddio è uguale a Mean Girls!" -.-"
      Spero che sia un po' meglio di quello che sembra!

      Elimina
  11. Per il libro devo dire che ormai mi avete convinta *^* ho letto solo belle opinioni *^*
    Il trailer non mi sembra tanto male °-° poi magari mi sbaglio (?) XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, Denise, leggilo! Secondo me, merita :)
      Quello che delude del trailer secondo me è che è davvero molto diverso dal libro: sembra che nel film la protagonista voglia togliersi il soprannome di Duff cambiando se stessa e il proprio aspetto, mentre nel libro il messaggio è proprio l'opposto. Speriamo bene! ^-^

      Elimina
  12. Molto carina la recensione, se non l'avessi letta sinceramente questo libro l'avrei proprio scartato invece proverò a leggerlo :)

    PS:Se vuoi passare dal mio blog ho recentemente pubblicato una reading challenge per motivarci un po' quest'anno, evviva i buoni propositi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Patrizia ^_^ Mi fa piacere averti incuriosita, sono curiosa di sapere cosa ne penserai!
      Passo dal tuo blog a dare un'occhiata alla Challenge!! *^*

      Elimina
  13. Robbie Amell eheh, me gusta xD Però devo essere sincera, il romanzo non mi ispira proprio, cioè va bene la parte del siamo tutti DUFF, che posso condividere ampiamente, ma per il resto la storia non mi convince, è più forte di me U.U Poi chissà, potrei dargli una occhiata quando lo tradurranno, ma per adesso non credo mi affannerò a cercare di inserirlo nelle mie letture.
    Comunque, a parte il mio giudizio, buonissima recensione come sempre G.! ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Rosaa ^__^
      Robbie Amell gusta pure a me, ti dirò. Però non ho ancora capito se ce lo vedo come Wesley :/ Secondo me il libro potrebbe anche piacerti, ma se proprio non ti ispira allora sì, aspetta che arrivi in Italia, leggi qualche altra recensione e poi decidi. :)

      Elimina
  14. Innanzitutto AUGURI!!! *_* BUON COMPLEANNO!!!! *_*
    Che questi vent'anni siamo stratosferici!!!

    Passando al libro.. Mi è piaciuto moltissimo, anche se razionalmente ero pronta a trovarci mille difetti.. E' carinissimo!! Il trailer mi sembra si discosti parecchio dal libro, ma lo vedrò con molta curiosità! (L'attrice mi piace!!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Serena!! *___*
      Aah che bello che anche a te è piaciuto!! Sì, anche secondo me il film sarà parecchio diverso, ma sono molto curiosa ugualmente! L'attrice non la conoscevo, ma non sembra male! :)

      Elimina
  15. Bellissima recensione! *______* L'ho letto anch'io da poco e, anche se non avevo aspettative altissime, ne sono rimasta sorpresa e piacevolmente affascinata. Per carità, qualcosina poteva essere definito meglio, ma mi è piaciuto comunque molto. Mi sono innamorata di Wesley *_* mentre a tratti non è che Bianca mi stesse simpaticissima, ma erano piccoli momenti e trovo che il suo personaggio sia molto ben fatto :) Insomma, il libro mi è davvero piaciuto e trovo che la polemica sul sesso in questo libro sia una cosa ridicola!
    Sul film invece non mi sono ancora decisa: ho letto diverse volte che sarà molto diverso dal libro, quindi non so bene se mi deciderò a guardarlo o meno... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!! *__* Anche io sono rimasta molto sorpresa da questo libro, perché non avevo aspettative altissime. E pure io mi sono innamorata di Wesley! *-* Concordo anche su Bianca, non l'ho sempre trovata perfetta, ma un punto di forza del libro è anche questo. Per quanto riguarda il film sono parecchio scettica, ma lo vedrò comunque di sicuro, perché sono anche molto curiosa! :)

      Elimina
  16. Dopo la tua recensione e la visione del trailer del film voglio assolutamente leggere questo libro! Sembra fantastico ed esattamente un contemporary di quelli che ti fanno ridere ed emozionare :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, fa davvero sorridere, ma è anche più profondo di quanto può sembrare. Il film in realtà sembra parecchio diverso dal libro, a giudicare dal trailer. Ma spero che riservi una bella sorpresa! :)

      Elimina
  17. Ciao, che bella recensione *-*
    Per quanto mi riguarda ho preferito il film (non per Robbie Amell, no no), ma anche il libro era gradevole con questa protagonista nella quale mi è stato facile immedesimarmi :3
    Ho amato Wesley fin da subito: lui è Bianca sono stra shippabili, però le differenze con il film, se l'hai visto, erano veramente tante o sbaglio?
    Se vuoi sapere cosa penso di questo libro trovi la mia recensione Qui :3.
    Un salutone,
    _Rainy_

    RispondiElimina

Vi va di lasciarmi un commento? Sono sempre curiosa di sapere cosa pensate, e sarò super felice di rispondervi! ❤