venerdì 25 settembre 2015

Recensione "Daughter of Smoke & Bone" (La Chimera di Praga), di Laini Taylor

Buongiorno, lettori. Oggi finalmente riesco a parlarvi di Daughter of Smoke & Bone (La Chimera di Praga), un romanzo che ho letto quest'estate, e che è stata una delle letture più particolari e insolite che abbia mai fatto. Ho impiegato un po' di tempo per ultimare questa recensione/commento, perché ci sarebbero troppe cose da dire e la trama è decisamente troppo complicata per essere ridotta ad una sintesi. È una recensione tremendamente lunga, chiedo venia.  
Preciso comunque che è assolutamente SPOILER FREE.
Alla fine (per chi riuscirà ad arrivarci), come bonus content ho aggiunto la mia personale scelta musicale abbinata a questo romanzo, più altre playlist fan-made trovate in rete, che a mio parere meritano di essere ascoltate. 

Titolo: Daughter of Smoke & Bone (Daughter of Smoke & Bone #1) [ENG]
Titolo italiano: La Chimera di Praga
Autore: Laini Taylor
Data di uscita: 27 settembre 2011
Editore: Little Brown & Co.
Prezzo: € 16,82 (copertina rigida); € 10,76 (copertina flessibile); € 6,49 (ebook)
Pagine: 418
Trama tradotta da me: Impronte scure di mani appaiono sulle porte di tutto il mondo, impresse a fuoco da stranieri alati che giungono da una fessura nel cielo. In un negozio buio e polveroso, la riserva di denti umani di un mostro comincia pericolosamente a scarseggiare. E nelle intricate vie di Praga, una giovane studentessa d'arte sta per ritrovarsi incastrata in una brutale guerra ultraterrena. Ecco a voi Karou, che riempie i suoi album da disegno di mostri che potrebbero essere o meno reali, che tende a sparire per misteriose commissioni, che parla moltissime lingue - non tutte umane - e che ha lunghi capelli di un blu lucente che crescono davvero di quel colore. Chi è in realtà? Questa è la domanda che l'ha sempre tormentata, e ora finalmente sta per scoprirlo. Quando il bellissimo e tormentato Akiva posa i suoi occhi di fuoco su di lei in un vicolo di Marrakesh, il risultato sono sangue e luce stellare, segreti scoperti, e un amore avversato dalle stelle che affonda le sue radici in un lontano passato violento. Karou si pentirà di aver voluto scoprire la verità su se stessa?

 

Tanto tempo fa un angelo e un diavolo si innamorarono. 
Non finì bene.

La lettura di Daughter of Smoke & Bone è un viaggio da cui, nel bene o nel male, non si torna indietro.

Bisogna armarsi di una grande dose di immaginazione per leggerlo, ma non risulta mai esagerato o estremo. Sicuramente però lascia il segno.

Chiudete gli occhi, liberate la mente dai legami terreni, e immaginate.

Un mondo diverso, un altrove sconosciuto. Due razze nemiche. Angeli e demoni. Una guerra che dura da millenni. Due amanti segreti e avversati dalle stelle. Magia. Tradimento. Desideri. Speranza.

In una lingua vecchia quanto il mondo, Karou significa speranza. Ma Karou non sa perché l'abbiano chiamata così. Non sa nemmeno chi le abbia dato questo nome, perché non ha alcun ricordo della sua famiglia o dei suoi primissimi anni di vita. Quello che sa è che le persone più vicine a lei non sono davvero persone. Hanno corna, code, ali e lunghi colli. Non sono umani, possono essere spaventosi, e molti li chiamano mostri, ma sono quanto di più vicino ad una famiglia Karou abbia mai avuto.

Era stata innocente, un tempo. Una bambina che giocava con le piume sul pavimento della tana di un diavolo. Non lo era più ora, ma non sapeva cosa farci. La sua vita era questo: magia, vergogna, segreti, denti e un profondo, lancinante vuoto al centro del suo essere, dove, con assoluta certezza, mancava qualcosa.

Karou finge di avere una vita normale, di essere una ragazza normale che frequenta un istituto d'arte, esce con la sua migliore amica e riempie pagine e pagine di disegni eccentrici e meravigliosi, che ritraggono creature impossibili.
Ma cosa c'è di normale in questa misteriosa ragazza dai naturali capelli blu che scompare per giorni senza dare notizia di sé? Che si addentra per le affollate viuzze di Praga e sparisce dentro una porta che nessuno sa dove conduca.
Le basta un passo per ritrovarsi nel caotico mercato di Marrakesh.
Un salto per spiccare il volo, pur essendo priva di ali.
Un sguardo, e il suo cuore come impazzito inizia a battere per qualcuno per cui non dovrebbe.

Esisteva un destino più amaro dell'avere ciò che desideri da tanto tempo, quando è ormai troppo tardi?

Daughter of Smoke & Bone è quel tipo di romanzo che sarebbe meglio leggere senza sapere quasi nulla sul contenuto, perché ogni capitolo è un'avventura che merita di essere gustata, ogni pagina un segreto che vale la pena di scoprire pian piano.
I primi capitoli sono pieni di domande, le domande di Karou che sono anche quelle del lettore. Capitoli di mistero e di sensazioni di origine sconosciuta, di senso di perdita e mancanza, di non appartenenza. Eco lontane di un passato disperso nell'oblio, che risuonano nell'anima, che vibrano attraverso la pelle. La sensazione bruciante e sfuggente di aver perduto qualcosa che non si sapeva di possedere.
"your soul sings to mine"La seconda parte, quella centrale, funge da ponte tra la prima e la terza, collega il presente e il passato, e vede la collisione di due universi e di due tempi.
La terza è una lunga sequenza di flashback, di ricordi, di “fill in the blanks”, di risposte. Risposte che però aprono la porta a nuove domande.
Il finale è riconoscimento e disperazione, malinconia e perdita. C'è un cliffhanger, che serve da slancio per il capitolo successivo della trilogia. 
 
Una volta che tutte le porte fossero state marchiate, la fine avrebbe avuto inizio. E sarebbe iniziata con il fuoco.

Se non fosse stato per un amore un po' istantaneo, che non mi ha conquistata completamente, e un'idealizzazione un po' eccessiva del sentimento d'amore, questo romanzo sarebbe probabilmente rientrato tra i miei preferiti. Avrei apprezzato di più questa storia d'amore se il sentimento tra i due protagonisti fosse nato da un'intimità più profonda, se si fosse sviluppato gradualmente, invece di succedere così semplicemente, esplodendo all'improvviso e avendo come unica base una forte attrazione fisica. 


«Mai pentirsi della propria bontà, bambina. Rimanere leali di fronte al male è una dimostrazione di forza.»

Devo però dare atto all'autrice di una cosa: questo non è il classico insta-love dei romanzi YA, che è semplicemente frutto di una scrittura non curata e di una caratterizzazione dei personaggi non approfondita. Questo è un amore “alla Romeo e Giulietta”, improvviso e travolgente, distruttivo e salvifico al tempo stesso. Poco realistico, quasi surreale, proprio perché non vuole essere realistico. Ho avuto l'impressione che sia stata una scelta studiata dell'autrice quella di creare un legame così totalizzante tra i due protagonisti, senza un normale e usuale periodo di conoscenza che lo giustificasse. Questo amore giustifica se stesso, non è un amore terreno, non ha nulla di comune o usuale. Trascende la realtà e i confini terreni e umani. È idealizzato. Può sembrare distante e cristallizzato, qualcosa che non appartiene a questo mondo e a questo tempo, ma come ho detto, penso che fosse proprio questo l'intento dell'autrice. Un sentimento non da capire, ma da sentire. 

 «La speranza è la vera magia, bambina.»

Con uno stile ricco, metaforico, onirico e vibrante, la Taylor narra una storia che ha il sapore di una leggenda antica, che si perde nel tempo, che viene tramandata di bocca in bocca dagli albori del mondo. Una storia potente e a tratti lacerante, profonda e malinconica, struggente ed eterea.

why fear death? be scared of livingL'eterna ed infinita lotta tra bene e male qui assume connotati diversi.
Quando violenza e ingiustizia regnano, quando il sangue scorre e le vite si spezzano, quando i cuori soffrono e gli occhi si chiudono, quando la guerra va avanti e distrugge tutto, impossibile da arrestare – ma senza che nessuno riesca a ricordare la ragione per cui è cominciata – chi è davvero nel giusto?
La linea di confine tra il bene e il male vacilla, e all'improvviso le certezze di millenni si infrangono, le prospettive si capovolgono.

«La pace è qualcosa di più dell'assenza della guerra. La pace è accordo. Armonia.»
 
La guerra è alimentata da un odio viscerale. 
L'odio detta legge, confonde le menti, corrode l'umanità.
Resta solo desolazione, il buio nel cuore e nell'anima. Non c'è salvezza. 
La vita e l'amore soccombono sempre alla morte e alla disperazione.
Ma Karou, figlia del fumo e dell'osso, non la pensa così.
Non ha ricordi, nella sua mente c'è confusione, nel suo cuore solitudine, ma è determinata. Ricorderà.
E combatterà.
Chi è pronto a farlo insieme a lei, chi crede che il mondo possa essere cambiato, che possa essere rifatto, che la salvezza sia ancora possibile per chi ha l'ardire di amare dove nessun altro lo fa, resterà ammaliato da questa storia che racchiude in sé una, dieci e altre centomila storie.

«Sognavamo insieme un mondo rinato.»


Il Mio Voto: 4 stelline
 
Un romanzo originalissimo ed estremamente fantasioso, potente e poetico, scritto con uno stile lirico e visivo. Una storia d'amore, di odio, di tradimento e vendetta. Ricordi e desideri. Guerra e speranza.
 Da leggere perché non ne esistono di simili.


**Vi invito ad ascoltare questa canzone e a leggerne il testo. Sembra quasi che sia stata scritta appositamente per questo libro**
 
Hurricane - 30 Seconds To Mars
  
 
Inoltre vi rimando ad alcune playlist fan-made relative a questo romanzo. Le ho ascoltate tutte, e ce ne sono alcune che ne catturano alla perfezione l'essenza. Se lo avete letto o pensate di farlo, probabilmente vorrete ascoltare questa meravigliosa selezione di canzoni. Potete trovarle QUI.

p.s.: la mia parte preferita di questo libro è quando, verso la fine, si scopre il vero significato che nasconde il titolo, Daughter of Smoke & Bone. Ne vale la pena anche solo per questo momento.


Avete letto questo libro? Cosa ne pensate? Fatemi sapere pareri e opinioni, e parliamone insieme!

17 commenti:

  1. Ciao Giada! :)
    Questo libro è nella mia WL da un po', ma ho scoperto che in Italia sono usciti solo il primo ed il secondo capitolo.
    La tua recensione basterebbe a farmelo comprare in lingua, ma siccome ho iniziato da poco la lettura in lingua (sono ancora al mio primo libro in lingua).. ho paura di scontrarmi contro un muro.
    Di una cosa sono certa però: prima o poi lo leggerò.
    Bellissima e travolgente recensione. Leggendola mi sembrava di aver letto il libro!!

    A presto,
    Manu.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Manu! Grazie mille :) Da quello che ho sentito, il terzo capitolo dovrebbe essere previsto tra le pubblicazioni del 2016 sempre per Fazi. Se hai appena iniziato la lettura in lingua, non ti consiglierei di buttarti subito sulla Taylor e in particolare su questa trilogia, che potrebbe presentare qualche difficoltà non tanto per la sintassi, ma soprattutto per il lessico. Inoltre l'autrice ha uno stile molto ricco e particolare, e il mondo e le creature che descrive sono talmente fantasiosi e strani che, anche leggendo in italiano, sarebbe difficile immaginarseli.
      Comunque fammi sapere se lo leggerai!

      Elimina
  2. Che bella recensione! La cosa ridicola (o bella?) è che sto amando la sagha senza neppure averla letta.
    Ho sentito proprio oggi che arriverà anche il terzo capitolo in italiano, quindi sono stranamente euforica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah! Beh, dai è una cosa positiva! Quando lo leggerai, lo amerai sicuramente :)

      Elimina
  3. Ciao Giada! Bellissima recensione, ho adorato leggerla, ma purtroppo neanche tu sei riuscita a convincermi a leggere questo romanzo, proprio non riesce a incuriosirmi U.U
    Però la canzone dei 3STM spacca! xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Rosa! Capisco.. nemmeno io ero convinta all'inizio, e in effetti, anche dopo averlo letto, posso dire che non è per tutti. Magari prima o poi cambierai idea e mi dirai!
      Hurricane è fantastica!

      Elimina
  4. SPLENDIDA recensione! (Mi son mancate le tue recensioni!!) ❤
    Sai quanto questo romanzo mi sia piaciuto... la prima parte è così "strana", quasi non si capisce dove la storia stia andando... poi i pezzi cominciano ad incollarsi, l'uno all'altro, e la terza parte lascia a bocca aperta!
    Anche la mia parte preferita è quando viene svelato finalmente il significato del titolo (omg avevo i brividiii! *-*), mi aveva lasciato a bocca aperta e secondo me è li che ti rendi conto di esserti innamorata del mondo e dei personaggi creati dalla Taylor!
    Molto presto credo che leggerò il secondo libro... sono molto curiosa! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ❤ La prima parte è stranissima, ma è anche la mia preferita, proprio perché è così originale e diversa sa tutto il resto!
      Anche io avevo i brividi in quel momento.. bellissimo! *-*
      Uh sì! Leggilo, così mi dici cosa ne pensi :D

      Elimina
  5. Ciao! :)
    Complimenti per la recensione, è splendida! *_* Io con la Taylor ho un rapporto di amore/odio: amo il suo stile, mi piace tantissimo, è molto poetica e fa volare la fantasia, ma le sue storie non riescono a coinvolgermi completamente e mi annoiano in fretta. Il primo libro mi era piaciuto tantissimo per la prima metà e poi il mio interesse si era perso, mentre il secondo l'ho trovato noioso sin dall'inizio :(
    Però sono contenta che ti sia piaciuto! :) E complimenti per la canzone che hai scelto *_* La adoro!

    P.S. hai cambiato l'header del blog, vero?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie! *__*
      Capisco benissimo quello che vuoi dire. Prima di leggere questo libro, della Taylor avevo letto solo la short story contenuta in My True Love Gave To Me e, nonostante avessi apprezzato lo stile poetico e lirico, non mi era piaciuta, mi aveva annoiato e l'avevo trovata troppo esagerata. Infatti ero abbastanza preoccupata di leggere questo romanzo, ma alla fine, nonostante qualche piccola cosa, mi è piaciuto molto. Spero che i seguiti non mi deludano..

      Mm.. rispetto a quando? Non da prima della pausa :)

      Elimina
    2. Ehm, allora come non detto! Scusa!!!! :)

      Elimina
  6. Complimenti Giada per le bellissime parole *___*
    Questo libro è in wishlist da tanto tempo perché mi ha sempre ispirato da morire, ma il fatto che fosse una serie interrotta mi ha sempre frenato! Adesso che so che il terzo volume uscirà in Italia, non vedo l'ora di leggerlo *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ❤ Comunque sì, te lo consiglio! Ho letto alcune pagine in italiano e penso che la traduzione sia abbastanza valida. In più, ora che sai che anche il terzo verrà pubblicato, non puoi più rimandare :))

      Elimina

Vi va di lasciarmi un commento? Sono sempre curiosa di sapere cosa pensate, e sarò super felice di rispondervi! ❤